Pissaladière

La trama delle acciughe sulla superficie richiama le crostate classiche, e colpisce chi ancora non conosce questa ricetta, tipica della Costa Azzurra e della Riviera dei Fiori. Ogni paesino ha naturalmente la sua variante, io mi sono limitata a una versione semplificata e veloce, per una delle cene da “cineforum” che organizzo qui a casa.
Amo cucinare per le persone che amo, e vedere gli amici più cari, la sera, senza formalità,  è uno dei passatempi più belli di questo inizio primavera. Non cene nel senso classico del termine, e nemmeno cene “in piedi”, quanto piuttosto cene “da divano”, in cui ognuno si fornisce di piatto e bicchiere da appoggiare sui braccioli in equilibrio precario.
La cosa più bella, che dà la misura dell’intimità che esiste tra noi, è prendere dalla cesta vicino alla TV le copertine di pile e rannicchiarci uno vicino all’altro mentre la trama del film ci assorbe.
Ricordi preziosi da conservare.

Ecco la ricetta (versione veloce).
1 rotolo di pasta brisée
8/900 gr di cipolle
1 barattolo di alici sott’olio
2 cucchiai circa di aceto balsamico
1 cucchiaio circa di zucchero di canna
olive nere
1 cucchiaio di pangrattato (facoltativo)
timo q.b.
1 foglia di alloro
pepe nero q.b.
sale q.b.

Mentre preparate le cipolle, lasciate il rotolo di brisée a temperatura ambiente per srotolarlo più facilmente senza che si rompa.
Sbucciate le cipolle e tagliatele a velo. Mettete un filo d’olio in una padella o wok e rosolate le cipolle a fuoco dolce insieme allo zucchero, all’aceto balsamico e agli odori. Salate e pepate e lasciate stufare, coperto, per circa 40 minuti. Se si asciugano troppo specialmente all’inizio, bagnate appena con una cucchiaiata di acqua. Alla fine, quando saranno leggermente caramellate, regolate, se necessario, di sale, spegnete il fuoco e lasciate intiepidire.
Sgocciolate le alici in un colino.
Stendete la pasta brisée in una teglia rotonda da crostata. Bucherellate il fondo della pasta con una forchetta e cospargetela appena di pangrattato (serve ad assorbire l’umidità del ripieno lasciando la pasta croccante).
Versate le cipolle ormai tiepide sulla pasta e distribuitele bene aiutandovi con il dorso di un cucchiaio.
Disponete i filetti di alici a formare la griglia.
Sistemate un’oliva in ogni rombo così ottenuto.
Infornate a 200° per circa 45 minuti.

 

Articolo di Maria Pia Strano

UgWD4QnKNata nel 1954 in Sicilia, trapiantata suo malgrado a Roma nel 1963. Ha lavorato come Insegnante nella Scuola Primaria. Laureata in Psicologia, Mediatrice Familiare e Counselor. Da anni si occupa della violenza psicologica all’interno della coppia organizzando seminari e conferenze in collaborazione con criminologi/ghe e avvocati/e sensibili al problema.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...