Uova sode marmorizzate aromatiche

Le uova sode marmorizzate, così “magiche”, simbolo di resurrezione e, per gli antichi Romani, “seme della vita”… mi affascinano da sempre.

Ricordo una Pasqua di tanto tempo fa in cui avevo preparato queste uova e le avevo nascoste in giardino, scatenando poi i bambini (compagni di scuola delle mie figlie, allora di 6 e 4 anni) in quella che temevo fosse giudicata una vera americanata… ma che viene ancora ricordata da quei bambini ormai trentenni con grande nostalgia: la caccia alle uova nascoste sotto i cespugli, da recuperare grazie ad alcuni indizi.

Indovinelli e giochini di parole, filastrocche, e tabelline (perché no?), frasi da correggere o completare, la cui soluzione portava a un nuovo nascondiglio dove i bambini avrebbero trovato l’indizio per la tappa successiva.

Come quasi sempre avviene, l’attuale “caccia alle uova”, negli USA, è una tradizione cui ha dato vita una donna.  Ascoltate la storia…

Era usanza che nel giorno di Pasqua i bambini inglesi, tedeschi e di altri Paesi nordici facessero rotolare uova giù dai pendii delle colline, ricordando attraverso il gioco la caduta della roccia che chiudeva la tomba di Gesù. Gli inglesi esportarono poi questa tradizione nel nuovo mondo finché, agli inizi del XIX secolo, Dolly Madison, moglie del quarto Presidente americano, organizzò una “egg roll” (rotolata delle uova) a Washington D.C.

Le avevano raccontato che i bambini egiziani usavano rotolare le uova contro le piramidi, così invitò i bambini di Washington a far rotolare uova sode giù per i pendii del prato della Casa Bianca.

Da allora la tradizione continuò, tranne negli anni delle guerre, ed è arrivata fino a noi.

Negli USA il lunedì di Pasqua è l’unico giorno dell’anno in cui i turisti sono ammessi a camminare liberamente per i prati della Casa Bianca.

L’evento è aperto ai bambini di tutto il paese, da zero a 12 anni, e gli adulti sono ammessi soltanto se accompagnati dai propri figli.

E Felice Pasqua a tutte voi…

Fdz9FTLE

RICETTA

6 uova

3 cucchiai colmi di tè nero

3 cucchiai di salsa di soia scura

2 pezzi di anice stellato

1 stecca di cannella

1 cucchiaino di grani di pepe di Sichuan

1 cucchiaino di chiodi di garofano

½ cucchiaino di zucchero

 

Rassodate le uova nella maniera classica (in acqua fredda, portare a ebollizione, spegnere e lasciar riposare coperto per circa 10 minuti).

Battere poi le uova su un piano per formare piccole crepe sul guscio.

Immergete nuovamente le uova nell’acqua ancora calda insieme alla soia, allo zucchero e alle spezie e fate riprendere il bollore per 5/10 minuti. Spegnete il fuoco, coprite e lasciate così per parecchie ore, anche tutta la notte, per far sì che il colore possa colorare l’albume.

Trascorso questo tempo, sgusciate le uova e servitele fredde.
La colorazione si può ottenere anche con succhi colorati di verdure o spezie, tipo barbabietola, spinaci, zafferano, curcuma, per marmorizzazioni di vari colori…
così:

 al posto del the e della soia:
– Verde, spinaci o prezzemolo
– Verde-oro, bucce di mele
– Giallo, the o zafferano, oppure camomilla, o radice di curcuma
– Giallo chiaro, bucce d’arancia o limone, ciuffi di carota, radice di cumino
– Arancione, buccia delle cipolle bionde
– Rosso, bucce di parecchie cipolle rosse
– Rosa, barbabietole rosse cotte
– Viola, bacche di mirtillo frullate
– Beige, bicchierino di caffè ristretto
– Marroni, lenticchie
– Blu, bollite mezzo cavolo rosso in 1/2 litro di acqua, usate solo il liquido ottenuto dove bollirete le uova, e poi lasciatele nell’acqua per almeno 3 min.

Per averle di un colore più intenso, dopo averle bollite, lasciatele a bagno per una notte in frigorifero.

 

Articolo di Maria Pia Strano

UgWD4QnKNata nel 1954 in Sicilia, trapiantata suo malgrado a Roma nel 1963. Ha lavorato come Insegnante nella Scuola Primaria. Laureata in Psicologia, Mediatrice Familiare e Counselor. Da anni si occupa della violenza psicologica all’interno della coppia organizzando seminari e conferenze in collaborazione con criminologi/ghe e avvocati/e sensibili al problema.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...