VIII Convegno nazionale di Toponomastica femminile. Palermo, 28 novembre-1 dicembre

Ci siamo.
Tra poco più di due settimane si apre a Palermo il nostro VIII Convegno nazionale: un’occasione per apprendere, scambiare esperienze, individuare nuove strade, conoscerci e ritrovarci.
Tema: Le vie dell’accoglienza. Uno sguardo di genere.

Le novità di quest’anno sono la collaborazione con il Cidi, che condividerà il percorso formativo per docenti, e con l’Ordine dei Giornalisti – cui doverosamente aggiungo le Giornaliste – anch’esso coinvolto in una mattinata di aggiornamento.

Il convegno come sempre è gratuito, aperto a tutte e a tutti; il corso dà diritto all’esonero scolastico per insegnanti di ogni ordine e grado: sulla piattaforma Sofia del MIUR è accreditato con il codice 37677.
Per facilitare l’organizzazione dei laboratori il Cidi invita a iscriversi compilando il modulo on-line https://forms.gle/juih4FBkAN3MMMi89

Ecco a voi il programma.

Giovedi 28 novembre

Ore 9.30
Registrazione
Ore 10,00
Saluti Istituzionali
Presenta e modera Ester Rizzo
Leoluca Orlando, sindaco di Palermo
Maria Pia Ercolini, presidente di Toponomastica femminile
Giovanna Marano, assessora alla scuola, al lavoro, alla sanità, ai/lle giovani, alla parità di genere
Valentina Chinnici, presidente del Cidi Palermo
Michelangelo Salamone, responsabile dell’Ufficio toponomastica del Comune di Palermo
Ore 11,00
Narrazione fotografica dell’inclusione di alcuni stranieri a Palermo. Ritratti, still life, video interviste a cura di Iole Carollo-Églìse
Ore 12,30
Narrazione per immagini. Le donne della terra (mostra virtuale sulle vie dell’accoglienza), Maria Pia Ercolini ed Ester Rizzo
Ore 13
Pausa pranzo
Ore 15,00
Laboratori formativi per docenti
(1a sessione)
L’accoglienza nell’inchiostro. Libri e solidarietà. Momento di confronto di donne che hanno affrontato il tema dell’accoglienza con la scrittura
Presenta e modera Loretta Junck
Giusy Sammartino, Siamo qui. Storie e successi di donne migranti
Ester Rizzo, Camicette Bianche. Oltre l’8 marzo
Gisella Modica, Sentirsi invisibili. Percezione del corpo nel racconto di povere native e migranti: rimandi
Ore 17,00-19,00
La toponomastica femminile e le città
Progettazione partecipata nei contesti urbani: l’importanza della toponomastica nella percezione dei luoghi
Proposte didattiche centrate sul rapporto tra conoscenza, memoria e luoghi urbani in ottica di genere
Toponomastica femminile in chiave didattica. Sulle vie della parità: presentazione del concorso nazionale (7a edizione)
Relatrici: Gloria Calì, Maria Pia Ercolini, Paola Malacarne, Maria Carmen Sulis

Venerdì 29 novembre

Ore 9,30
Palermo. Quale genere di accoglienza? Voci della città
Presenta e modera Viviana Conti
Osas Egbon, Presidente dell’Associazione donne Benin City, Cambiare si può
Mariangela Di Gangi, Laboratorio Zen insieme, Accorciare le distanze. Il contrasto alla povertà educativa nell’area Zen
Nadege Candeh, Associazione Centro culturale Mauriziana Palermo, La conoscenza è un dono. Minori non accompagnati e accoglienza femminile agli sbarchi
Ore 11
Pausa
Ore 11,30
Le donne di Sicilia e il pane dell’accoglienza
A cura di Lella Condorelli, Vera Parisi, Pina Santonocito
e con il contributo di Pina Arena e Giovanna Martorana
Ore 13,00
Gastronomastica siciliana a cura dei gruppi insulari di Toponomastica femminile
Ore 15,00
Laboratori formativi per docenti
(2a sessione)
Percorso guidato
Panormos. Tutto porto, a cura di Chiara Utro, storica dell’arte, guida turistica e toponomasta
Ore 17,00-19,00
Palermo, progettazione interventi di recupero, riqualificazione e/o valorizzazione di edifici e/o quartieri. Le altre città. Dalla scuola alla città, dalla città alla scuola Condivisione delle esperienze didattiche della rete Tf: ricerche storiche, guide cartacee e virtuali, pubblicazioni
Relatrici: Danila Baldo, Gloria Calì, Maria Rosa Del Buono, Maria Pia Ercolini, Sara Marsico, Vera Parisi, Graziella Priulla, Maria Carmen Sulis

Sabato 30 novembre

Ore 9,30
Corso di formazione giornalistica
Le strade dell’accoglienza
Presenta e modera Silvana Polizzi, giornalista e toponomasta
Maria Pia Ercolini, presidente di Toponomastica femminile, Sulle vie della parità
Le parole dell’accoglienza
Graziella Priulla, sociologa della comunicazione e della cultura, Il linguaggio costruisce il mondo
Mariapia Farinella, Odg Sicilia, già caporedattrice di Mediterraneo (Rai), Raccontare l’accoglienza
Nadia Cario, referente Toponomastica femminile Veneto. Accogliere tutte e tutti. Un gesto solidale
Ore 11,00
Pausa
Ore 11,30
Il mondo tra le mani. Storie e testimonianze
Jamil Awan, Synergasia, associazione di mediazione linguistica e culturale, Interpretare per diritto d’asilo e mediare nel sistema sanitario italiano
Mari D’Agostino, Università di Palermo, Tutte le lingue e le risorse che ho. L’esperienza di ItaStra
Milena Gammaitoni, Università Roma Tre, Musiciste migranti in lotta per i diritti sociali
Katiuscia Carnà, Università Roma Tre, Identità e trasmissione culturale delle donne bangladesi in diaspora
Sara Rossetti, Ricercatrice indipendente, Accolte altrove: la vita quotidiana delle italiane emigrate in Francia tra le due guerre mondiali
Ore 13,30
Gastronomastica italiana a cura delle toponomaste di tutto il Paese
Ore 15.00
Laboratori formativi per docenti
(3a sessione)
Percorso guidato
Uno sguardo di genere. Tour con performance di Enza Mortillaro, a cura di Chiara Utro
Ore 17,00-19,00
La toponomastica femminile e le città. Memory Street International: un gioco per la reciproca integrazione culturale. Palermo, uno sguardo di genere. Percorso e approccio conoscitivo e metodologico della didattica per l’educazione alla parità di genere e proposte didattico-urbanistiche migliorative (per ordine e grado di scuola)
Relatrici: Danila Baldo, Gloria Calì, Maria Pia Ercolini, Daniela Fusari, Paola Malacarne, Sara Marsico, Vera Parisi, Graziella Priulla, Maria Carmen Sulis

Domenica 1 dicembre

Ore 9,00
Laboratorio operativo di Toponomastica femminile con scambio di esperienze, progetti e intenzioni
Ore 11,30
Conclusioni

 

Articolo di Maria Pia Ercolini

D8BjAyQLLaureata in Lettere e in Storia e Società a Roma, insegna Geografia e coordina progetti di didattica di genere. È fondatrice e presidente nazionale dell’associazione Toponomastica femminile. Ha pubblicato le guide turistico-culturali RomaPercorsi di genere femminile (voll. 1 e 2), e curato i volumi Sulle vie della parità e Strade maestre. Coordina la collana Le guide di Toponomastica femminile

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...