Spezzatino di primavera con carciofi e patate

In questo atipico inverno, che è più una sorta di lunghissima primavera, si sente il bisogno di abbandonare i piatti più calorici e bollenti della stagione fredda, per scegliere profumi nuovi.
Ma questo spezzatino è gustosissimo, la carne e le patate ne garantiscono un sapore noto, famigliare, mentre i carciofi lo arricchiscono con gli aromi primaverili.
Non è un piatto velocissimo, ma il risultato vi compenserà ampiamente del tempo dedicato. La lunga cottura garantisce la morbidezza della carne, anche se di taglio meno pregiato.

Ingredienti per 4 persone:

  • 400 grammi di carne di vitello tagliata a spezzatino e non troppo magra
  • 4 patate grosse
  • 5 – 6 carciofi
  • 1 piccola cipolla tritata
  • 1 spicchio d’aglio tritato
  • 1 cucchiaio di prezzemolo tritato
  • 6 cucchiai di buon olio evo non troppo saporito
  • ½ bicchiere di vino bianco
  • 4 cucchiai di farina
  • sale, pepe
  • ½ limone

Tempo di preparazione (pulizia delle verdure): 1/2 ora
Tempo di cottura: 2 – 3 ore

Il mio consiglio è di preparare tutti gli ingredienti ben puliti e tagliati per averli pronti durante la preparazione.
Le patate devono essere sbucciate, lavate e tagliate a pezzi non troppo piccoli. Non mettetele a bagno, perché il loro amido renderà cremoso il piatto finito.
I carciofi vanno liberati delle foglie esterne più dure, tagliati in quarti in modo da poter eliminare anche il fieno interno, infine ogni quarto tagliato ancora a metà. Man mano che li preparate, raccoglieteli in una ciotola con acqua e succo di limone, così si mantengono chiari.
Preparate anche la cipolla tritata e, a parte, l’aglio con il prezzemolo (che possono andare insieme).
Ora il procedimento:
in un’ampia casseruola, meglio se di coccio, scaldate l’olio e fate soffriggere la cipolla molto dolcemente, aggiungendo al bisogno un pochino di acqua.
Intanto infarinate in modo uniforme i pezzetti di carne, aggiungeteli al soffritto e mescolate bene, quasi continuamente, di modo che la carne si rosoli in superficie.
Quando la carne si presenta ben sigillata, aggiungete aglio e prezzemolo tritati, distribuiteli con attenzione, infine bagnate con il vino bianco. Lasciatelo evaporare, senza alzare la fiamma, quindi unite alla carne sia le patate che i carciofi.
Verificate che il fondo di cottura non sia troppo asciutto, nel caso versate un bicchiere di acqua. Salate, pepate, coprite e lasciate cuocere a fuoco dolcissimo.
Durante la cottura, rimescolate abbastanza spesso e controllate che il fondo si mantenga morbido, che niente si attacchi.
La durata della cottura è abbastanza indicativa, ma meglio abbondare leggermente piuttosto che rischiare che le verdure, e soprattutto le patate, non siano cotte perfettamente. Tutto deve risultare morbidissimo.
Vedrete che il sapore finale ripagherà ampiamente del tempo richiesto per la preparazione. E come tutti i piatti in umido, riscaldato è ancora più buono: nessun problema se ne avanza (si conserva in frigorifero per due o tre giorni) e può essere preparato in anticipo, anche di un giorno.

 

 

 

Articolo di Paola Bortolani

v0txabTaEx dirigente commerciale, poi libera professionista contabile e amministrativa, ha svolto attività di volontariato culturale. Ha lavorato  in una agenzia di comunicazione, occupandosi di aziende del settore food & beverage. Appassionata di cucina sostenibile, ha scritto articoli e svolto ricerche per testi diversi. Nel 2013 ha aperto il blog Primononsprecare.com, e ha pubblicato l’e-book Il gusto di non sprecare (Indies g&a).

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...