Brasato all’arancia

Il brasato è una classica ricetta invernale: semplice da preparare, richiede una lunga cottura, ma non necessita di troppi interventi.
Questa versione con il succo di arancia, anziché con il classico vino, è un pochino più leggera, più adatta a questa stagione che, dal mite inverno che abbiamo vissuto, dovrà portarci verso la primavera.
Gli ingredienti per quattro persone:

  • 1 kg. muscolo di manzo
  • 1 bel bicchiere pieno di succo di arancia
  • 4 carote
  • 2 gambi di sedano
  • 1 cipolla grande
  • 1 rametto di rosmarino
  • 2 foglie di alloro
  • 6 cucchiai d’olio evo
  • 6 grani di pepe
  • 2 chiodi di garofano
  • sale
  • 1 pentola profonda e a fondo pesante

Tempo di preparazione: 10 minuti
Tempo di cottura: 3 ore

Pulite le carote, la cipolla e il sedano, lavatele bene, tagliatele a grossi pezzi. Scaldate l’olio nella pentola, appoggiate la carne e fatela rosolare su tutti i lati a fuoco medio. Quando la superficie della carne sarà ben sigillata, aggiungete le verdure tagliate, alloro e rosmarino, grani di pepe e chiodi di garofano, infine il succo di arancia nel quale avrete sciolto un cucchiaino di sale.
Fate riprendere il bollore, trasferite la pentola sul fornello più piccolo che avete e, con la fiamma al minimo, proseguite la cottura a recipiente coperto. Ogni dieci, quindici minuti controllate, soprattutto che la carne non si attacchi al fondo, giratela, mescolate le verdure perché cuociano uniformemente.
Proseguite la cottura per due ore e mezzo, tre ore: a fine cottura la carne dovrà risultare morbidissima.
Al momento di servire, togliete la carne dalla pentola, eliminate rosmarino, alloro, pepe e chiodi di garofano, frullate il fondo di cottura.
Affettate la carne e nappatela con il suo sugo bollente. Servitela con un contorno di patate o verdure di stagione.
Questo piatto è ottimo anche preparato in anticipo. Per riscaldarlo, portare a bollore il sugo e immergervi per pochi secondi le fettine di carne.

 

 

 

Articolo di Paola Bortolani

v0txabTaEx dirigente commerciale, poi libera professionista contabile e amministrativa, ha svolto attività di volontariato culturale. Ha lavorato  in una agenzia di comunicazione, occupandosi di aziende del settore food & beverage. Appassionata di cucina sostenibile, ha scritto articoli e svolto ricerche per testi diversi. Nel 2013 ha aperto il blog Primononsprecare.com, e ha pubblicato l’e-book Il gusto di non sprecare (Indies g&a).

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...