Il primo Osservatorio di Genere in una scuola

Nasce a Caserta, al Liceo Artistico Statale “San Leucio”: è qui che prende il via un esperimento di indagine, monitoraggio e progettazione che permetterà di conoscere, mappando attraverso questionari, come sono percepite e vissute le ragazze e le donne per poi programmare azioni mirate di intervento. Ne scrivo e sono parte in causa, ne scrivo dopo averlo tanto pensato e desiderato. Un cammino di ricerca – azione per conoscere a che punto siamo con stereotipi, pregiudizi e linguaggio di genere. Lavoreremo in due, Barbara Bellani, docente di Filosofia, e io, che insegno Italiano e Storia. Lo faremo accompagnate da un’altra donna, la preside Immacolata Nespoli che nell’idea ha creduto, che questo Osservatorio ha voluto. Non era scontato, non era prima accaduto. Inizieremo somministrando un questionario alle allieve e agli allievi del Liceo, alle famiglie, al personale docente e non docente. Ci sarà poi l’analisi dei dati raccolti quindi sarà costituito un gruppo di lavoro fatto di studentesse e studenti che vorranno dare la loro diponibilità per riflettere sui dati raccolti. Seguirà l’individuazione, da parte loro, di percorsi di confronto da portare nelle classi con la progettazione, da parte delle allieve e degli allievi, di azioni condivise volte alla costruzione di iniziative collettive. La terza fase vedrà la produzione di un lavoro a più teste e più mani che possa presentare, a fine anno, al mondo esterno il percorso svolto. Contiamo di raccogliere circa tremila questionari, sarà un buon punto di partenza per comprendere in quale ambiente si muove la platea studentesca e qual è il sentire del corpo docente. «Sono molto orgogliosa di questa nostra iniziativa – dice la dirigente scolastica Immacolata Nespoli; abbiamo costituito un nucleo di lavoro che si muoverà in tre principali aree di ricerca-azione: genere, cultura e società; valorizzazione della diversità e della dimensione di genere nella scuola; statistiche e bilancio di genere. Il nostro Osservatorio di genere si colloca all’interno del piano di azioni per l’uguaglianza di genere sviluppato dal Ministero per l’Istruzione nell’ambito del Piano Nazionale per l’educazione al rispetto; ha l’obiettivo di educare le nuove generazioni al rispetto dell’altra/o, alla prevenzione della violenza contro le donne e di ogni forma di emarginazione». In forma prioritaria, questo Osservatorio ha l’obiettivo di insegnare, alle giovani generazioni, l’importanza di prendere coscienza di sé, riconoscersi nella propria identità, misurarsi con il contesto sociale e dare valore a se stesse/i in funzione di una parità che sia sostanziale nel pensiero e nelle azioni e non solo formale su quanto la Costituzione garantisce. Non è la solita commissione per le Pari Opportunità, non è un’attività estemporanea o finalizzata ad una data o ad un evento, ma un vero e proprio laboratorio di indagine e conoscenza per programmare e progettare il cambiamento che deve partire dalle nuove generazioni ma deve coinvolgere anche il mondo degli adulti. 
Venerdì 26 novembre, l’Osservatorio di genere del Liceo Artistico “San Leucio” viene presentato alla Cittadella dei giovani di Aosta. Uniamo l’Italia nel nome delle donne.  

***

Articolo di Nadia Verdile

nnlP8zSi

Nadia Verdile è nata a Napoli, vive a Caserta, le sue origini sono molisane. Scrittrice e giornalista, collabora con il quotidiano «Il Mattino». Ha diciannove libri all’attivo, molti suoi saggi sono stati pubblicati in riviste nazionali  ed  internazionali. Relatrice in convegni e seminari di studio, come storica, da anni, dedica le sue ricerche alla riscrittura della Storia delle Donne. È direttrice della Collana editoriale “Italiane” di Pacini Fazzi Editore.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...