Nuovi Spazi Musicali 2022. Lo storico Festival di musica contemporanea

Il 7 ottobre 2022, presso l’auditorium Emidio Neroni di Ascoli Piceno, prenderà avvio l’evento che riunisce e celebra annualmente compositrici e compositori dell’epoca contemporanea: il Festival nuovi spazi musicali. Si tratta di una rassegna musicale ideata dalla compositrice e direttrice artistica Ada Gentile nel 1978 con l’intento di promuovere nuove personalità attive nella produzione di musica contemporanea.
In occasione della quarantatreesima edizione, il 7-9-11-14-16-18 e 21 ottobre si terranno concerti, ad accesso gratuito, corredati da introduzioni, interventi e videoproiezioni su più di ventinove compositori e compositrici appartenenti allo scenario musicale locale e mondiale; i programmi spazieranno da Bach a Sciarrino, da Piacentini a Šostakovič.
A fungere da cornice all’intero evento saranno le quattro operine tascabili commissionate per tale circostanza da Ada Gentile a Lucio Gregoretti, Marco Betta, Lamberto Lugli, Filippo Scaramucci, su testi di Giobbe Covatta, Sandro Cappelletto, Marco Maria Tosolini e Filippo Scaramucci. L’esecuzione sarà affidata all’ensemble “Nuovi Spazi Musicali”, già protagonista delle scorse edizioni del festival, e l’introduzione verrà curata da Pierpaolo Salvucci (7 ottobre), e Francesca Filauri (21 ottobre).

Il genere dell’operina tascabile è frutto della continua attività di ricerca che Ada Gentile pratica e al contempo favorisce all’interno del contesto di Nuovi spazi musicali; nasce infatti ad Ascoli Piceno e si caratterizza per la durata di circa venticinque minuti, l’organico ridotto e l’essenzialità del linguaggio musicale, nonché della scena. In un’intervista del 2019, Gentile ha così commentato la scelta di produrre operine tascabili buffe: «Oggi nessuno ha voglia di ridere. La risata è una maschera che è sul volto ma nessuno sorride o ride veramente. Si ha voglia di alleggerire un certo discorso che a livello compositivo non è mai più leggero».
L’appuntamento del 9 ottobre è invece interamente dedicato al repertorio per percussioni: l’interprete Ludovico Venturini eseguirà musiche di compositori e compositrici provenienti da sette diverse aree geografiche, offrendo dunque una visione della produzione contemporanea ad ampio raggio.

Ludovico Venturini

Il programma del concerto di martedì 11 ottobre introdotto da Stefano Cucci e tenuto dalla pianista Anna Pavlova presenterà composizioni di autori noti e maggiormente eseguiti quali Ginastera e Stravjnski, e contemporanei nazionali e internazionali.

Anna Pavlova

Anche l’appuntamento del 14 ottobre offrirà delle prime esecuzioni assolute di opere composte da Riccardo Piacentini e Giovanni Claudio Traversi, introdotte da Ruben Marzà e interpretate dal trio Ad Libitum. Non si tratta dell’unico elemento di interesse della serata: degna di nota è altresì la seconda parte del concerto che prevede composizioni di Šostakovič e Mozart; quest’ultimo reinterpretato da Arvo Pärt.

Trio Ad Libitum

Nuovi spazi musicali è anche memoria. Il quinto incontro sarà, infatti, dedicato a Goffredo Petrassi, personalità di spicco nello scenario musicale italiano del XX secolo e capostipite della Scuola romana di composizione. In tale occasione si terrà un dibattito attorno alla figura del compositore di Zagarolo: interverranno importanti musicologi, Ada Gentile – in passato, allieva del M° Petrassi – e il professore Stefano Papetti; si esibirà poi Alessio Falciani, giovane pianista ascolano.

Un ultimo imperdibile evento avverrà il 18 ottobre con uno dei più apprezzati violoncellisti italiani del panorama musicale: Claudio Pasceri. La musica di J. S. Bach, Michael Levinas, Salvatore Sciarrino e Ada Gentile incontrerà la voce di Eugenio Montale. Tema centrale della serata presentata da Ivana Manni sarà quindi la suggestiva unione tra l’arte poetica e quella musicale.

Claudio Pasceri

Il contemporaneo riflesso nell’arte dà origine a prodotti all’apparenza di difficile comprensione per il pubblico, sebbene essi nascano all’interno della medesima società in cui viviamo e operiamo. Occorre domandarsi, però, se tale complessità riguardi le opere d’arte o l’epoca attuale.

Nuovi spazi musicali è un’opportunità culturale per conoscere, attraverso la via privilegiata dell’arte, la contemporaneità. Non perdetevi dunque i concerti e gli spettacoli che si terranno dal 7 al 21 ottobre 2022 all’auditorium Emidio Neroni di Ascoli Piceno, sotto la direzione artistica di Ada Gentile: fra le prime compositrici italiane a incoraggiare la divulgazione di questo genere di musica.

Concerto di apertura 2021

Per maggiori informazioni visitate il sito ufficiale, o scrivete alla email: ada.gentilem@gmail.com.

In copertina: Ada Gentile, Cavaliera al merito della Repubblica italiana, 2018.

***

Articolo di Giuliana De Luca

Pianista e laureanda alla facoltà di musicologia di Cremona, insegnante di pianoforte e di educazione musicale alle scuole medie. Crede nella musica al di là del genere e dell’autore, per questa ragione la coltiva nella prassi e nella teoria. Dal 2021 scrive per documentare eventi musicali e per riportare alla luce protagoniste femminili che hanno contribuito a fare la storia della musica. 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...