Torta salata con zucca, porri e pancetta

Le torte salate sono versatili, appetitose, facili: si possono proporre come antipasto o come secondo piatto, e se ne avanza sono squisite anche il giorno dopo. La vera ricetta antispreco!
Questa versione celebra l’autunno con la zucca e i porri, e diventa più ricca e nutriente grazie alla pancetta.

Gli ingredienti, per una teglia di circa 25 cm. di ø

La sfoglia:

  • 150 grammi di farina 0
  • 2 cucchiai d’olio evo
  • 2 pizzichi di sale
  • 1 cucchiaino colmo di curcuma (facoltativa)
  • Acqua

Il ripieno:

  • 1 porro
  • 200 grammi di zucca già decorticata
  • 80 grammi circa di pancetta in un pezzo solo
  • 3 cucchiai di olio evo
  • ½ bicchiere di latte
  • 1 foglia di alloro
  • 2 uova
  • 100 grammi di ricotta
  • 1 cucchiaio colmo di Parmigiano reggiano grattugiato

Tempo di preparazione: 30 minuti
Tempo di cottura: 30 minuti

Impastate insieme farina, sale, olio, unite la curcuma per dare all’impasto un vivace colore giallo, e aggiungete tanta acqua fino a ottenere un impasto morbido e bene incordato. Mettetelo a riposare almeno mezz’ora, bene al chiuso.
Pulite il porro (potete conservare la parte verde per un minestrone o una frittata), tagliatelo a fettine sottili e fatelo rosolare a fuoco dolcissimo in poco olio, aggiungendo qualche sorso d’acqua affinché non bruci.
Appena il porro risulta morbido, aggiungete la pancetta a dadini e la zucca tagliata a pezzetti, e mescolate tutto insieme di modo che il grasso della pancetta si sciolga e la zucca si disfi. Non dimenticate la foglia di alloro.
Versate il latte e fatelo assorbire: aiuterà a sciogliere la polpa della zucca. Il ripieno è pronto appena si presenta cremoso e ben amalgamato.
Completate con le uova, la ricotta e il Parmigiano.
Accendete il forno statico a 200°.
Riprendete la pasta, e stendetene circa 2/3 in una sfoglia sottile, con cui foderare una tortiera leggermente unta.
Versate il ripieno, senza la foglia di alloro, livellando bene.
Stendete anche l’ultima porzione di sfoglia e con questa coprite la torta. Spennellate la superficie con qualche cucchiaio di latte.
Passate in forno finché vedrete sulla superficie un bel color biscotto.
Servitela calda, non bollente, ma è ottima anche a temperatura ambiente.

Nota: chi è vegetariano può seguire la stessa ricetta, omettendo la pancetta.

 

Articolo di Paola Bortolani

v0txabTaEx dirigente commerciale, poi libera professionista contabile e amministrativa, ha svolto attività di volontariato culturale. Ha lavorato  in una agenzia di comunicazione, occupandosi di aziende del settore food & beverage. Appassionata di cucina sostenibile, ha scritto articoli e svolto ricerche per testi diversi. Nel 2013 ha aperto il blog Primononsprecare.com, e ha pubblicato l’e-book Il gusto di non sprecare (Indies g&a).

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...