Muffin con fave, salame e pecorino

Ecco un suggerimento per la tavola primaverile, un’idea declinabile sia se ci si trova comodamente seduti intorno a un tavolo, sia se si vuole approfittare dei primi tepori per una scampagnata fuori città.
Il connubio di fave, salame e pecorino fa subito primavera: tre ingredienti da gustare al naturale, come da tradizione o, per cambiare un po’, da provare in questa versione monoporzione

Gli ingredienti per 10-12 muffin:

– 10-12 fettine di salame
– 100 grammi di fave secche decorticate
– 80 grammi di pecorino di media stagionatura
– 2 cucchiai di Parmigiano reggiano grattugiato
– 200 grammi di farina
– 1 bicchiere di latte
– 2 uova
– Olio e.v.o.
– ½ bustina di lievito istantaneo per torte salate
– Sale
– Stampini monoporzione

Tempo di preparazione: 15 minuti
Tempo di ammollo delle fave: 1 ora
Tempo di cottura: 30 minuti per le fave, 25–30 minuti per i muffin in forno

Mettete le fave a mollo, in acqua fredda, per un’oretta.
Sciacquatele, trasferitele in un tegame con tre cucchiai di olio e fatele cuocere a fuoco dolce finché non sono perfettamente cotte. Schiacciatele con la forchetta per ottenere una crema.
Intanto tagliate il salame e il pecorino a dadini piccoli.
Accendete il forno statico a 180°.
In una ciotola rompete le uova, salatele leggermente e sbattetele bene, di modo che montino un po’.
Unite le fave cotte e cremose, il salame e il pecorino a dadini, il Parmigiano grattugiato.
Versate un po’ alla volta la farina e, aiutandovi con il latte, arrivate ad avere un composto cremoso ma sodo, facile da mescolare.
In ultimo aggiungete il lievito, avendo cura di distribuirlo bene.
Dividete il composto negli stampini monoporzione, riempiendoli fino a tre quarti, e passate subito in forno per poco meno di mezz’ora, o finché la superficie si presenta ben colorita.

I muffin fave, salame e pecorino sono pronti.

Lasciateli intiepidire prima di sformarli, poi gustateli, anche accompagnati dagli stessi ingredienti: salame a fette, pecorino a scaglie, fave fresche.

***

Articolo di Paola Bortolani

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è v0txabta.jpg

Ex dirigente commerciale, poi libera professionista contabile e amministrativa, ha svolto attività di volontariato culturale. Ha lavorato  in una agenzia di comunicazione, occupandosi di aziende del settore food & beverage. Appassionata di cucina sostenibile, ha scritto articoli e svolto ricerche per testi diversi. Nel 2013 ha aperto il blog Primononsprecare.com, e ha pubblicato l’e-book Il gusto di non sprecare (Indies g&a).

Un commento

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...