Torta di mele antispreco

Una ricetta particolarmente leggera e facile per uno dei dolci più classici della nostra cucina: la torta di mele. Questa versione permette di recuperare frutti che possono presentare qualche parte di scarto. Inoltre, il condimento molto limitato la rende leggera e digeribile, ma non per questo meno buona.

Tempo di preparazione 15 minuti 
Tempo di cottura 20 minuti per cuocere le mele + 30 minuti per cuocere la torta 
Difficoltà bassa

Ingredienti

  • 5 mele di medie dimensioni
  • 100 grammi circa di biscotti secchi
  • 1 uovo
  • 2 cucchiai di zucchero
  • 1 manciata di nocciole tostate
  • 1 cucchiaio di burro
  • cannella
  • 1 tortiera di circa 22 cm. di ø

Procedimento

Sbucciate le mele, tagliatele a pezzetti, mettetele in una pentola con un filo d’acqua e fatele cuocere a fuoco dolce, finchè non diventano morbidissime. Alla fine, badate di fare evaporare l’eventuale acqua in eccesso.
Mentre le mele cuociono, sbriciolate bene i biscotti e tritate grossolanamente le nocciole.
Riprendete le mele ancora ben calde; fuori dal fuoco aggiungete il burro e lo zucchero, che si scioglieranno subito.
Unite i biscotti sbriciolati, l’uovo e infine le nocciole. Amalgamate molto bene il tutto.
Trasferite il composto nella tortiera leggermente imburrata, spolverate la superficie di cannella e cuocete in forno a 180° finchè la superficie si presenterà ben dorata
Servite la torta tiepida o a temperatura ambiente.
Questa semplice ma squisita torta è ideale per recuperare qualche mela non più sanissima, dalla quale basterà eliminare la parte rovinata.
Per la sua leggerezza è ideale come fine pasto, per la sua semplicità è perfetta a colazione e a merenda.

***

Articolo di Paola Bortolani

v0txabTaEx dirigente commerciale, poi libera professionista contabile e amministrativa, ha svolto attività di volontariato culturale. Ha lavorato  in una agenzia di comunicazione, occupandosi di aziende del settore food & beverage. Appassionata di cucina sostenibile, ha scritto articoli e svolto ricerche per testi diversi. Nel 2013 ha aperto il blog Primononsprecare.com, e ha pubblicato l’e-book Il gusto di non sprecare (Indies g&a).

3 commenti

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...